E dopo la gara la cerimonia di premiazione del vincitore. Io avrei sempre voluto farlo almeno sul balcone di casa:
Gli scherzi più belli su internet secondo me sono di questo pazzissimo francese, Rémi Gaillard, intelligente e demenziale e raffinato e in barba alla legge. Non sapevo quali mettere qui, allora ne ho scelti 2 a tema, e poi la Formula 1 mi è sempre piaciuta e ha bisogno di un po' di allegria. Trovate tutti gli scherzi sul suo sito, e tantissimi su youtube. Ce ne sono a dozzine di gag, io ci ho passato una domenica pomeriggio a ridere, non riuscivo a smettere di guardarli. Il suo detto è: c'est en faisant n'importe quoi qu'on devient n'importe qui. Tradotto significa: è facendo non importa cosa che si diventa non importa chi. Insomma..., tradotto un po' più in italiano: è facendo qualsiasi cosa che si diventa chiunque.
Come quando da spettatore qualunque si intrufola in campo al termine della finale di coppa di francia vestito come un calciatore, e riesci a mischiarsi ai giocatori vincitori e a partecipare alla cerimonia di premiazione, con tanto di complimenti dal presidente Jacques Chirac, coppa alzata, fotografie, interviste, e autografi, nessuno si accorge di nulla. Poi il decathlon sulle strade della sua città Montpelier, il cuoco che cucina su un pentolone anzi è una piscina piena di persone, l'astronauta che atterra sulla luna anzi è un campo da golf, il soldato che sbarca in Normandia tra i turisti sull'asciugamano, pacman il videgame tra i corridoi e i clienti di un supermercato, e poi il gatto che ruba le crocchette al supermercato, eccetera eccetera..., alla follia non c'è mai fine. Per fortuna.