Immagine
Filippo Tommaso Marinetti
   (...) 
Viva l'Arte che illude, differenzia valorizza il mondo! Arte, unica ricchezza, unica regina d'ogni Varietà! Unica divinità!
   Morte al genere comune! Morte alla monotonia! Varietà, varietà, varietà! Viva l'Inegualismo, succo divino della Terra, arancia che io, mozzo bambino sospeso all'unico gancio della vela più alta, lancio lancio lancio alle Stelle bambine.
   Intanto i Venti laceravano le vele a brandelli, e con destrezza di mulinelli le mutavano in carta, cosicché volarono, innumerevoli giornali stampati in rosso a lettere cubitali.
   Si leggessero finalmente così da un polo all'altro le nuove verità:
   Aumentate le ineguaglianze umane.
   Scatenate dovunque e esasperate l'originalità individuale.
   Differenziate valorizzate sproporzionate ogni cosa. 
   Imponete la varietà nel lavoro.
   Ad ogni uomo, ogni giorno un mestiere diverso.
   Liberate i lavoratori dalla massacrante monotonia dell'identico lavoro grigio e dell'identica domenica vinosa.
   L'umanità agonizza di quotidianismo uguagliatore.
   L'inegualismo solo può, moltiplicando contrasti, chiaroscuri, volumi, estro, calore, e colore, salvare l'Arte, l'Amore, la Poesia, la Plastica, l'Architettura, la Musica, e l'indispensabile Piacere di Vivere. 
   Distruggete, annientate la politica, che opaca ogni corpo. E' una lebbra-colera-sifilide tenacissima!
   Isolate presto tutti gli infetti!
   Bruciate e seppellite le vecchie idee logore sudice di Uguaglianza, Giustizia, Fraternità, Comunismo, Internazionalismo.
  Imponete dovunque l'Inegualismo, per liberare ogni parte dal tutto opaco massiccio pesante!
  Il veliero oscillava portando la sua velatura cartiera redazione, e i Venti diffondevano in cerchio, a tutta velocità, l'Inegualismo dinamico che consegnerà il mondo alla futura prossima immancabile Artecrazia.

Filippo Tommaso Marinetti

tratto da: Ad ogni uomo, ogni giorno un mestiere diverso! Inegualismo e Artecrazia - pubblicato dal Resto del Carlino il 1° novembre 1922



Leave a Reply.