Picture
svelti! datemi i contanti!

O la gente si accorge adesso che il governo non è niente, e non ha potere, o non se ne accorgerà mai più... Ormai è da un decennio, dall'avvento dell'euro e di Bruxelles, che è la BCE, la Banca Centrale Europea a decidere della politiche dell'italia. Ultimamente anche in maniera molto esplicita...

E giusto un paio di mesi fa, sotto la spinta di una forte perdita di consenso e del malcontento della Lega, l'ultimo sussulto della morente indipendenza dell'Italia. Berlusconi sembrava davvero intenzionato ad attuare una riforma fiscale tagliando le tasse. Il capo di un paese non-sovrano, senza moneta propria, e soggetto ai mandati della non eletta Commissione Europea, che decide di cambiare il proprio paese?!
Follia... e non è un caso che l'attacco finale contro l'Italia sia cominciato da lì. Proprio in quei giorni un'agenzia di rating, Moody's credo, (organo della mafia finanziaria), ha espresso nuovi segnali di preocupazione per la situazione italiana, che fino a pochi giorni prima era data come stabile...

E mi ricordo, (tra le lodi dell'opposizione di sinistra sempre molto favorevole alle tasse e ai responsabili consigli dei banchieri europei così per bene...), che il ministro Maroni intervistato sui commenti di Moody's sull'Italia, disse che si trattava di un avvertimento intimidatorio. (Detto anche avvertimento mafioso). Gliel'ho proprio sentito dire al telegiornale. Una perla del ministro. Purtroppo senza seguito alcuno... Che si sa, chi non fa la volontà dei padroni, in un modo o nell'altro viene fatto fuori...

E comunque va ricordato che il governo italiano Berlusconi, vuoi per l'imprevedibilità e l'ingestibilità del suo leader da parte dei poteri che contano, vuoi per i grossi successi diplomatici in politica energetica sull'asse russa e libica invisi al potere ango-americano, vuoi per le proposte solitarie effettuate più volte in ambito internazionale (ai vari summit e G8, G14...) volte a porre un freno alla speculazione finanziaria e al dominio incontrastato delle banche, o vuoi per la forte presenza di una forza storicamente ostile a Bruxelles come la Lega Nord, è forse il governo nazionale che ha subito di più la pressione e la manipolazione degli organi di potere mediatici e istituzionali in mano al grande potere finanziario.
(A parte il governo polacco ovviamente, che è stato fisicamente assassinato e riazzerato. Operazione riuscita con grande successo, e finita nel dimenticatoio - vedi link).

Comunque a parte la parentesi di politica nazionale, che è comunque interessante perché quasi completamente ignota all'opinione pubblica e alle tante pecore dei pastori autoproclamatisi leader della libertà, vedi Santoro e Travaglio - (Travaglio, che tra l'altro ai tempi del Rubygate raccomandava un governo tecnico guidato da un banchiere centrale per bene..., al posto della vergogna Berlusconi reo di trombare ragazze giovani e carine e di fargli dei regali)...
tornando ad oggi e alla BCE, facciamo come dice la banca ovviamente, che adesso c'è la crisi, e l'Italia non ce la fa più a pagare gli interessi sul debito...

E tutti in Italia a discutere, litigare e a fare sondaggi se sia meglio la patrimoniale, tagliare le pensioni, tagliare i servizi... - del tipo, preferisci morire annegato o soffocato? Voglio dire, a nessuno sembra strano che un governo teoricamente sovrano prenda gli ordini da entità finanziarie private oltre che straniere? 
E' una domanda così improbabile e difficile da farsi? 

E a nessuno che venga in mente di dire che l'unica cosa giusta e conveniente da fare è non pagare il debito, uscire dall'euro, e mandare a cagare la BCE e tutti i suoi soci in malaffare come la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale eccetera. BCE che guarda caso, come ogni banca centrale, è una società per azioni composta da banche private...

No, a nessuno viene in mente di fare notare la cosa. Anzi, l'opposizione fa a gara col governo su chi è in grado di inginocchiarsi meglio alla vera mafia, quella finanziaria, quella che stampa e presta il denaro all stato, e poi, guando gli gira e vuole impadronirsi a basso costo di beni reali o instaurare nuovi sistemi politici, tira i cordoni della borsa e crea un crollo economico e sociale.

Perché, cerchiamo di usarlo un briciolo di cervello, i soldi per la restituzione degli interessi non esistono! E il debito non potrà mai essere ripagato. 
Questo perché il denaro viene creato a debito da istituti bancari, ovvero viene emesso in cambio di una promessa (o garanzia) di rimborso più gli interessi, (che si tratti di buoni del tesoro o della vostra casa o azienda, il discorso non cambia). 
Ma c'è un tassello fondamentale che manca, i soldi per pagare gli interessi non sono mai stati creati, cioè non esistono, non ci sono in circolazione! 
Quindi i debiti non possono essere onorati per definizione, il fallimento è insito in questo sistema finanziario che ha dato a banche private il monopolio della creazione del denaro. Qualcuno deve fallire perché qualcun altro possa trovare i soldi per pagare gli interessi.  

E comunque questo sistema di debito si moltiplica esponenzialmente all'infinito, perché le banche continuano a creare denaro con gli interessi, per pagare gli interessi dei prestiti precendenti..., finché una nazione oggi si trova a dover pagare decine di miliardi di euro l'anno solo di interessi - e poi un giorno saltano su e ti dicono che stai fallendo... certo, ma va a cagare!
Non solo ci fregano da sempre quasi tutti i soldi delle tasse, adesso dovremmo tagliarci le pensioni e farci derubare con la patrimoniale perché non riusciamo a garantire i pagamenti alle banche... - ma dai? Ma il senso del ridicolo? Ma nessuno dei nostri politicanti che se la prenda coi veri responsabili?

Va beh, non mi dilungo eccessivamente... in realtà volevo solo dire che se la gente non se ne accorge adesso che siamo governati dalle banche e non dal governo, non c'è niente da fare, vuol dire che siamo pecore e abbiamo l'anima dello schiavo.