Almeno per un po' penso che non scriverò più commenti di politica. Siamo arrivati a un livello di lavaggio del cervello e a un mondo al contrario di tipo orwelliano, che ormai parlarne è quasi impossibile. E mette tristezza.

Concluderei con una collezione degli spot sull'evasione fiscale. Spot di una stupidità e di una gravità immane. E uno spot come quello sull'evasore fiscale parassita dovrebbe causare dimissioni immediate al ministero delle finanze, e credo ci siano anche gli estremi per delle denunce. E' un video che oltre che a indottrinare, serve a istigare all'odio sociale, o al suicidio chi non riesce a pagare le tasse. Ma visto il livello di asservimento allo stato a cui siamo arrivati, è tutto normale.

(Nota: è un video caricato con dei brevi intermezzi aggiunti da un utente youtube, ma almeno ci sono tre spot ministeriali insieme)

Tutto normale, o quasi, che in risposta al video dell'evasore parassita qualcuno ha fatto dei video parodia, la gente reagisce direte... - certo, peccato che questi video di protesta sono altrettanto stupidi dei video del ministero. I video parodia (che non sto a postare), mettono semplicemente le immagini dei politici privilegiati come parassiti al posto dell'evasore comune, benissimo. Peccato però che queste proteste abbocchino in pieno alla solita leggenda ormai mantra collettivo che la crisi economica e il debito pubblico siano dovuti agli sprechi e all'evasione, e che le tasse servano a pagare i servizi. Queste proteste sono controproducenti perché contribuiscono alla dimenticanza "martellata" dell'unica causa della crisi economica europea, ovvero l'introduzione dell'euro, e la conseguente privazione della sovranità monetaria (e ormai anche politica) degli stati, che non possono più stampare la propria moneta e quindi garantire il proprio debito, ma devono prendere in prestito la moneta (l'euro) dai mercati dei capitali privati. Sono proteste che riaffermano il mantra che a un surplus dello stato (i conti dello stato in positivo), corrisponda la ricchezza dei cittadini, mentre con una moneta non convertibile vale esattamente il contrario. Ed è una leggenda che funziona alla perfezione, una Bibbia direi, perché abbiamo un governo tecnico che ha addirittura introdotto la parità di bilancio nella costituzione italiana, ovvero la fine dell'autonomia di spesa dello stato sovrano e l'impoverimento automatico dell'Italia, e nessuno ha fatto una piega. 
E faccio anche notare ai creduloni, che se gli spot Big Brother contro l'evasione dovessero ottenere buoni risultati, avremmo un peggioramento dell'economia e un aumento dei fallimenti, perché grazie a quel po' di evasione fiscale rimane qualche soldo in più in circolazione nell'economia reale, ovvero la gente ha più soldi da spendere, e questi soldi vanno ad aiutare la vita delle imprese e delle famiglie invece che i conti dello stato (che interessano tanto alle banche e al famigerato spread). Non ho voglia di dilungarmi, ma dare la colpa della crisi economica all'evasione fiscale e agli sprechi, è come dare la colpa di un terremoto a una scoreggia. Chi volesse approfondire può leggere il post: il debito pubblico non esiste, è solo un errore linguistico.

Ribaltare la verità, creare odio sociale e martellare con la pubblicità. 
E oggi siamo precipitati in uno stato orwelliano, però "giusto, rispettabile, e per bene", per cui il governo di Monti ha percentuali di approvazione incredibili, altissime.

E questo servilismo felice, grazie in particolar modo al clima instaurato in Italia dai vari La Repubblica, Michele Santoro, Marco Travaglio, e tutti gli altri portaborse dell'internazionalismo, dell'omologazione "bene", dell'esterofilia, della tecnocrazia, soldati del politically correct armato, sbandieratori di quel moralismo vuoto e di quel tecnicismo giustizialista che è riuscito alla perferzione a ridurre la percezione dei problemi dell'italia prima alle mafiette e poi alle troiette alla corte di Berlusconi, e alle parolacce xenofobe di Bossi. E' grande merito di questi opinionisti rockstar dell'establishment intellettuale, ovvero merito del loro silenzio sulle questioni fondamentali e delle piazze da loro gremite per ogni cazzata, se il colpo di stato finanziario e il vergognoso terrorismo fiscale di questo governo si ritrovano un consenso incredibile. Puro 1984 di George Orwell.
Perché finalmente siamo un paese per bene, e dobbiamo esserne fieri. Siamo servi di criminali ben vestiti che non fanno gaffe e sono rispettati dal mondo che conta. Pazienza se il parlamento italiano è solo una segreteria telefonica che prende ordini da Bruxelles, pazienza se si stanno comprando tutta l'economia italiana in svendita, pazienza se la gente perde il lavoro e le imprese falliscono e la povertà aumenta e la gente si suicida. E' bene così, per quale motivo pensare con la propria testa?

Per concludere una nota sul futuro. Vista la recente caduta delle uniche personalità politiche di peso degli ultimi 20 anni, ovvero Berlusconi e Bossi, siamo di fronte al vuoto, e quindi anche a una grossa opportunità. O ci si lascia cadere definitivamente nelle anonime macchine burocratiche e finanziarie dell'internazionalismo totalitario, o qualcosa di veramente nuovo può accadere.
E sembra che Beppe Grillo si possa ritrovare il biglietto vincente in mano, visto che tutto il vecchio sta crollando. Nonostante per diversi anni Grillo si sia più o meno allineato all'indignazione di moda dell'antiberlusconismo e dell'europeismo UE, e nonostante il Movimento 5 Stelle si distingua ancora per l'assoluta ignoranza e mancanza di programmazione a livello economico e geopolitico, parliamo comunque di un movimento che è riuscito a distinguersi radicalmente per l'onestà, per un nuovo modo di intendere la politica, e per la rottura col passato. E meglio tardi che mai, l'altro giorno Beppe Grillo ha proposto l'uscita dall'euro. Spero vivamente che non sia solo una boutade, e che il Movimento 5 Stelle oltre all'onestà e alle energie alternative, voglia puntare seriamente all'uscita dall'euro. (Perché le case a energia geotermica e fotovoltaica e le macchine elettriche servono solo se la gente ha i soldi per permettersele...)
Ovviamente l'uscita dall'euro non è per niente una via facile, breve o indolore, ma è l'unica strada per ritrovare la sovranità monetaria, e quindi per finirla con la dipendenza dello stato dalle banche e dai capitali privati. Insomma, siamo di fronte a un abisso pericoloso, dal quale però si può prendere il volo, verso un radicale cambiamento della società, - vedi calendario Maya 2012, forse avevano ragione loro... Tutto il vecchio sta crollando, e mi auguro che qualcuno abbia il coraggio di parlare seriamente anche di economia. Ovviamente se Grillo deciderà di continuare su questa strada prenderà, (oltre che del populista), dello xenofobo, del razzista, del nazionalista e anche dell'antisemita, perché sono questi gli slogan che scatenano lo sdegno dei cani di Pavlov (partiti e elettori) del mondialismo e del politically correct, che in nome della forma trovano modo di giustificare qualsiasi abuso, sacrificio o guerra. Ma aggiungendo un programma economico serio basato sull'uscita dall'euro, alla rottura col passato che caratterizza il suo modo di intendere la politica, il Movimento 5 Stelle avrebbe veramente il potenziale per arrivare molto lontano...
max lusetti
4/22/2012 05:39:57 pm

Ciao, mi piace il tuo stile. e condivido alcune tue osservazioni.
Complimenti.

Reply
nuvolenelcielo
4/22/2012 10:29:42 pm

grazie max

Reply
maria
5/25/2012 08:21:18 am

ciao.son daccordo con te le persone sono atrofizzate e paralizzate di fronte al nuovo governo come in1984 di Orwell.L unica sponda di salvezza sarebbe Grillo che caso strano parla poco di banca centrale perche son loro che lo sponsorizzano come ultima ancora a loro favore.impedendo la creazione di una moneta statale ma dipendende da loro.

Reply
nuvolenelcielo
5/25/2012 09:07:49 am

Non credo che Grillo sia sponsorizzato dalla banca centrale, ma è vero che non ne parla abbastanza e che non parla correttamente di economia. Ma a me sembra ignoranza più che altro. Comunque ho letto che a Parma il nuovo sindaco sta anche considerando una moneta locale per far ripartire l'economia... E poi uscire dall'euro è comunque il primo passo da fare, e Grillo ne parla... Vedremo. Saluti

Reply
11/18/2014 02:17:47 am

Guardate l'andamento delle tasse indirette in Europa dal 2009 ad ora
https://dropbox.com/

Reply



Leave a Reply.